Il Circolo locale di Fratelli d’italia di Isola del Gran Sasso rompe il silenzio e si inserisce nel dibattito elettorale che sta animando il borgo in vista del voto di settembre.

Fratelli d'Italia

Un dibattito molto acceso e che ieri, con la nota di Fdi, acquisisce ulteriori elementi di chiarezza, sopratutto nel campo del centrodestra locale. Il gruppo guidato dall’assessore uscente Amelide Francia, in sostanza, chiude la porta del dialogo con la Lega (che era in attesa di una risposta dopo l’annuncio della candidatura a sindaco di Massimo Di Giancamillo) e annuncia la volontà di allargare lo sguardo al mondo del civismo e dell’associazionismo.

Impossibile, secondo Fdi di Isola, portare avanti una trattativa con chi presenta “solo imposizioni” e non idee. Non manca, ovviamente, la ricostruzione di come sono andate le cose all’interno del centrodestra e la sottolineatura su quali sarebbero le responsabilità che hanno portato allo sfaldamento della squadra che ha governato Isola negli ultimi cinque anni.

LA NOTA. «Il Circolo di Fratelli d’Italia di Isola del Gran Sasso, dopo aver valurato attentamente le circostanze che hanno portato all’esclusione della figura del sindaco uscente, Roberto Di Marco, con la rivendicazione da parte della Lega del candidato sindaco, ritiene che non vi siano le condizioni per addivenire ad un accordo con la Lega Isolana – chiarisce subito la nota – Tale convincimento scaturisce dal fatto che non vi sono state trattative con la Lega, poiché queste presuppongono uno scambio di idee e controproposte, ma solo imposizioni che non possono essere accolte dal FdL.

Lontane sono le idee, modalità di amministrare e, conseguentemente, non vi sono concordia e unità di intenti. Oggi più che mai è necessaria una profonda riflessione perché tutti gli eventi, che si sono abbattuti sul nostro territorio, insegnano che è necessaria una presenza costante ed una grande determinazione nell’amministrare; la Comunità ha bisogno di persone che sono disposte a mettersi a completa disposizione e sulle quali i cittadini possono contare non solo nell’ordinaria amministrazione del territorio e dei problemi connessi ma, soprattutto, nei tanti momenti di emergenza – si legge ancora nella nota – Tutto ciò è stato dimostrato dal lavoro svolto, in questi cinque anni, dall’assessore Amelide Francia la quale, nonostante le difficoltà dovute ai tanti tentativi di escluderla dall’attività amministrativa, come ribadito anche dal sindaco uscente, tanto si è impegnata per attuare dei progetti importanti sul territorio, per ottenere delle scuole sicure, senza mai dimenticare di ascoltare i cittadini con quella sensibilità che l’ha sempre contraddistinta.

Per tali motivi, stiamo allargando lo sguardo al mondo civico, all’associazionismo, alle persone che con entusiasmo guardano al futuro di Isola e che hanno a cuore il bene della nostra Comunità, poiché questo è il sentimento che anima il nostro Circolo e che non possiamo e non vogliamo mettere da pane per puro protagonismo».

Fonte: La Città