Riceviamo e pubblichiamo la presa di posizione di Germano Cervella, ex consigliere provinciale e comunale di Forza Italia.

Germano Cervella[quote]Apprendere dalla stampa che il Sindaco di Isola del Gran Sasso ha votato il Sindaco di Colledara come rappresentate all’Ersi è un’offesa grande, una delusione senza fine, per la storia del nostro Paese, anche peggio dell’abbandono dei “provinciali” del progetto della cabinovia di Fano a Corno.

Una misera vergogna di chi oggi rappresenta malissimo Forza Italia .
Ritengo che si sia superato il limite anche dell’indecenza politica provinciale, in un partito che evidentemente non ha particolarmente a cuore gli interessi , in questo caso, di Isola.

Chiediamo al coordinatore provinciale avv. Fanini i motivi politici che hanno portato i sindaci di centra- destra su” Colledara”, Comune che nulla ha a che fare con l’acqua , “obbligando” Isola del Gran Sasso, comune che tutti sanno essere la “ mucca “ dell’Acquedotto del Ruzzo, addirittura a votarlo! Le chiedo di sapere quali sono i sindaci della provincia di Teramo tesserati del partito di Forza Italia per correttezza verso i cittadini e per farla finita con equivoci che di certo non aiutano a combattere l’antipolitica pregandola di assumersi le proprie responsabilità di coordinamento politico , visto che dalla lettura dei giornali non compare un suo ruolo, convocando un tavolo provinciale dove i sindaci di Forza Italia riconoscano al comune di Isola del Gran Sasso il ruolo che, mi limito a dire per competenza territoriale, sull’argomento acqua le tocca , sempre nel rispetto degli altri comuni.

Diversamente e ciò sarebbe grave, significherebbe che Forza Italia è al servizio delle liste civiche e quindi che il suo ruolo è ininfluente.[/quote]
Germano Cervella già consigliere provinciale