Martedì 17 Marzo il santuario di San Gabriele vedrà una pacifica e allegra
invasione da parte di 12mila studenti delle ultime classi delle scuole
superiori, provenienti da tutto l’Abruzzo e anche da fuori regione. Gli
studenti andranno da San Gabriele dell’Addolorata (1838-1862), il santo
protettore dei giovani, per festeggiare i cento giorni agli esami di
maturità.  La giornata, diventata ormai tradizione (questo è il 29º
anno consecutivo), è unica nel panorama nazionale e consiste in una
specie di ritiro spirituale con preghiera, confessioni, messa e momento
di festa. Non mancherà ovviamente la scontata raccomandazione al santo
perché dia una mano in vista degli esami, con la benedizione delle
penne all’interno del santuario. «Gli studenti», si legge in una nota
dei Padri Passionisti, «passeranno alcune ore in allegria e amicizia
accanto a un santo che è stato studente per tutta la vita e che è
diventato un modello per i giovani». 

Cinquanta religiosi passionisti,
tra cui trenta confessori, saranno a disposizione dei giovani per
l’intera giornata. Il programma prevede la celebrazione di due messe
(alle 10 e alle 11.30), che si concluderanno con il rito della
benedizione delle penne. Nel pomeriggio, alle 14, gli studenti si
ritroveranno nel piazzale del santuario per un concerto musicale. 

Quest’anno i Passionisti hanno voluto assecondare quella che negli
ultimi anni è diventata una tendenza sempre più diffusa, e cioè il
presentarsi ai «cento giorni» con delle magliette realizzate per
l’occasione.

Ci sarà anche il concorso “Maglietta Più”, legato
all’evento. Saranno premiate le t-shirt secondo tre categorie: 1) la
maglietta più significativa; 2) la maglietta più sgargiante; 3) la
maglietta più originale.  Per partecipare alla gara, informano i
Passionisti, basta iscriversi nell’apposito gazebo che i giovani
troveranno nel piazzale del santuario.

Fonte: Il Centro