A seguito dei risultati delle analisi da parte della ASL, il sindaco ha emesso una nuova ordinanza riguardante Isola capoluogo in cui si estende il divieto dell’utilizzo dell’acqua potabile anche a fini igienico sanitari.

Ecco il testo dell’ordinanza

[su_box title=”Ordinanza nr 79″]RICHIAMATA la propria Ordinanza n. 73 del 12 novembre 2013 con la quale disponeva il divieto di utilizzo dell’acqua potabile per i residenti di Isola Capoluogo fermo restando l’utilizzo a fini igienici;

CONSIDERATO che la AUSL 4 di Teramo, con nota acquisita al Prot. dell’Ente al n. 10078-X/1 del 13 novembre 2013, rimetteva i parametri chimico-fisici e microbiologici del campione prelevato in data 12 novembre 2013 invitando, nel contempo, il Sindaco a disporre la possibilità di utilizzo dell’acqua erogata dall’acquedotto pubblico esclusivamente per lo scarico dei servizi igienici (w.c.);

CONSIDERATO che, pertanto, è opportuno disporre, in via precauzionale, il divieto d’uso temporaneo dell’acqua a scopo potabile nelle aree interessate, l’acqua potrà essere utilizzata esclusivamente per lo scarico dei servizi igienici (w.c.);

VISTI gli artt. 50 e 54 del D. Lgs. n. 267/ 2000, c.d. Testo Unico degli Enti Locali; ORDINA

  1. Ai residenti nel territorio di Isola capoluogo il divieto d’uso temporaneo dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale per scopo potabile fermo restando la possibilità esclusivamente per lo scarico dei servizi igienici (w.c.);
  2. Tale divieto ha validità fino alla revoca del presente provvedimento che verrà disposta a seguito dell’acquisizione del parere favorevole della ASL di Terarno che condurrà ulteriori esami di laboratorio.[/su_box]