Comunicato stampa del gruppo di Isola del Gran Sasso di Sinistra Ecologia e Libertà nel quale si chiede di applicare criteri più trasparenti nella selezione degli scrutatori per le imminenti elezioni politiche.

Le elezioni si avvicinano e urge la nomina degli scrutatori.
Il momento di crisi e le difficoltà occupazionali che il paese intero sta vivendo accendono i riflettori soprattutto su chi non ha un lavoro, giovani e studenti. Il compenso per gli scrutatori, è chiaro, non cambia la vita, ma in questo momento anche pochi euro possono servire. Finora il metodo prescelto dalle amministrazioni precedenti è stato quello della nomina diretta.
Come si ricorderà, l’attuale legge (n.270 del 21/05/2005) ha modificato la precedente normativa che prevedeva il sorteggio in pubblica adunanza del numero occorrente di nominativi compresi nell’albo degli scrutatori.
Modalità, questa che garantiva a tutti gli aventi diritto pari opportunità di selezione.
Ciò nonostante, nessuna normativa vieta che alla nomina, da parte della commissione elettorale, dei 24 nominativi necessari per i seggi elettorali, tra i circa 500 iscritti all’albo, si giunga tramite la procedura del sorteggio da effettuarsi tra il 25° e il 20° giorno prima delle elezioni. Adottare questo sistema garantirebbe imparzialità, trasparenza e tutela della parità di genere e
competenza.
La proposta che avanza il circolo di S.E.L. alla Commissione Elettorale, onde evitare la solita ressa tra i raccomandati politici dei vari consiglieri maggioranza e minoranza, di scegliere la procedura del SORTEGGIO DEI SCRUTATORI IN PUBBLICA ADUNANZA così da dare pari opportunità a tutti gli iscritti all’albo seguendo criteri di priorità per disoccupati, giovani e studenti.
Sottolineiamo , in un momento di alta sfiducia nella politica, la necessità di rompere con i vecchi sistemi di clientelismo e si dia un segnale di cambiamento, volto alla trasparenza amministrativa e le pari opportunità.
Segreteria Circolo
Sinistra Ecologia e Libertà
di Isola del Gran Sasso
Ass.re: Enzo Di Pietro