Comunicato di Germano Cervella

 

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Capogruppo Pdl al Comune di Isola Germano Cervella.
La lettera contiene anche una protesta contro la gestione del sito e un attacco diretto ad un’associazione. In calce all’articolo le repliche.

In passato la ps mi informò di un messaggio diffamatorio su questo sito nei miei confronti in merito a vicende personali del tutto gratuite.

Oggi vengo informato da alcuni miei sostenitori politici che è stato fatto il mio nome da Andrea presumo Ianni, in merito ad una discussione tra chi si relaziona su questo sito.

Va precisato che il sottoscritto Germano Cervella si è sempre firmato con nome e cognome e carica politica ricoperta e che i miei interventi pubblici, specialmente quelli nero su bianco, sono sempre stati finalizzati a questioni di natura politico – amministrativa che nulla hanno a che vedere con questioni personali, specie verso Andrea al quale va la mia solidarietà per le offese pubbliche e anonime ricevute.

Sotto l’aspetto politico, ricoprendo il ruolo di capogruppo del Pdl approfitto dell’occasione per dire che ritengo che le “tre porte” non hanno fatto mai il loro dovere civico, come ho denunciato già nel 2006 in un pubblico comizio, perchè con la miserevole scusa di mancanza di fondi hanno fermato la stampa di un periodico che poteva fare tanto per informare il paese di fatti e misfatti. Ciò significa che scuola, formazione, cultura, giovani e sociale, parole con cui la sinistra si lava la bocca tutti i giorni, non servono a niente se sono asserviti a chi comanda.

Da tempo assisto ad una critica nei confronti del mio operato politico come oppositore. Nulla di più infondato. In dieci anni di politica attiva non ho mai avuto il piacere di confrontarmi con i miei denigratori Nel 2006 sapevo di perdere le elezioni e bruciarmi politicamente”. Mi è stato difficilissimo trovare persone libere disposte a candidarsi con il perdente, nonostante tutto ho provato a rappresentare una parte del paese in questi cinque anni di legislatura nei modo più moderato possibile, riconoscendo la mia sconfitta e rispettando la volontà di quasi l’80% dei cittadini di farsi amministrare da altri.

Recentemente con l’approvazione della variante al piano regolatore alcuni personaggi politici di secondo piano hanno avvelenato e distorto informazioni sul mio conto per cercare di screditarmi in vista delle prossime elezioni.

Ho cercato Gianluca per farmi fare delle domande, anche scomode in merito alla nuova variante, ma non ho avuto il piacere di poter far conoscere le mie ragioni.

So benissimo che Gianluca non è a mio servizio ma credevo che per questi giovani che parlano tanto di passione sarebbe stato piacevole oltre che doveroso poter sentire il capogruppo di un grande partito e rendere un servizio ai cittadini.

Germano Cervella
Capogruppo Pdl


————————————————

 

La replica

Purtroppo in questo comunicato caro Germano metti insieme tutta una serie di accuse che in realtà sono completamente false, scorrette e che francamente non capisco: l’associazione le tre porte, il sito e la mia persona, sono tre realtà diverse;
certo, da un anno sono anche presidente dell’associazione ma ti rispondo solo a titolo personale, poi sarà l’associazione stessa, eventualmente, a rispondere in maniera ufficiale alle tue accuse.

“In passato la ps mi informò di un messaggio diffamatorio su questo sito nei miei confronti in merito a vicende personali del tutto gratuite.”

Infatti il messaggio fu immediatamente cancellato; per ps intendi la Polizia di Stato? @_@

 

“Oggi vengo informato da alcuni miei sostenitori politici che è stato fatto il mio nome da Andrea presumo Ianni, in merito ad una discussione tra chi si relaziona su questo sito.”

Su questo punto hai ragione, magari Andrea si è fatto prendere dalla foga della discussione e ed è stato un po’ precipitoso nell’associare a te la firma Gc. Ma anche in questo caso ho risposto subito ad Andrea segnalando che non era la persona a cui lui si riferiva.

Ad ogni modo quanto prima sarà ripristinato il sistema per l’inserimento dei commenti solo agli utenti registrati a maggior garanzia e trasparenza degli interventi.

 

“Sotto l’aspetto politico, ricoprendo il ruolo di capogruppo del Pdl approfitto dell’occasione per dire che ritengo che le “tre porte” non hanno fatto mai il loro dovere civico, come ho denunciato già nel 2006 in un pubblico comizio, perchè con la miserevole scusa di mancanza di fondi hanno fermato la stampa di un periodico che poteva fare tanto per informare il paese di fatti e misfatti. Ciò significa che scuola, formazione, cultura, giovani e sociale, parole con cui la sinistra si lava la bocca tutti i giorni, non servono a niente se sono asserviti a chi comanda.

Mi dispiace contraddirti, ma in questa affermazione (scusate la ripetizione) ci sono inesattezze e scorrettezze molto gravi.

  • intanto precisiamo, per chi non conoscesse la storia de “La Voce de Brigante”, che era un periodico redatto e pubblicato dalla stessa associazione, dalla frase (“hanno fermato la stampa”) magari qualcuno può pensare che abbiamo sabotato qualche giornale;
  • confondere l’associazione “Le Tre Porte” con una parte politica veramente non ha senso: ti prego di segnalarmi in quale attività o iniziativa sia emersa la nostra presunta collocazione politica o il nostro essere di parte. Ricordo che dell’associazione fanno parte o hanno fatto parte anche persone che chiaramente non sono di “sinistra”, anche se non ho ben chiaro cosa significa “la sinistra” per te, forse tutti quelli che si impegnano nella vita civile e sociale di Isola? Scusa, ma traspare questa idea dalle tue parole. Per me e per tutti quelli che collaborano alle attività dell’associazione è ben chiara la separazione tra le idee politiche personali (sfido chiunque a trovare associazioni dove i soci non hanno idee politiche proprie) e le iniziative culturali e sociali che organizziamo. Se per te non è facile separare il tuo “credo” politico dal resto della vita, mi dispiace ma allora capisco che mie parole saranno vane.
  • per quanto riguarda il periodico “La voce del brigante“, magari per te la mancanza dei fondi sarà “miserevole” ma un giornale ha dei costi fissi che non sono “miserevoli” per una piccola associazione e per delle persone che vi dedicano il tempo gratuitamente senza nessun ritorno economico. Gente che ha anche una vita privata da portare avanti. Gente che dopo il lavoro, la sera, nel tardo pomeriggio o nei fine settimana, deve togliere tempo alla famiglia, agli amici, alle proprie passioni, per attività che spesso si portano dietro anche lamentele, proteste e critiche pretestuose (quelle costruttive le abbiamo sempre prese in grande considerazione). Noi lo abbiamo fatto sempre con convinzione, ma quando ci siamo accorti che non riuscivamo più a garantire un prodotto di qualità, abbiamo deciso di chiudere quell’esperienza, e mi sembra che anche tu l’hai ritenuta importante per la nostra realtà. Certo non è chiusa definitivamente, magari può sempre ripartire.
  • l’associazione non è un editore di giornale, il nostro dovere civico non è pubblicare un periodico: è stata una bella esperienza, ma possiamo portare avanti le attività istituzionali previste dal nostro statuto anche senza il giornale e penso che lo abbiamo dimostrato e lo dimostreremo ancora meglio in futuro. Se qualcuno non conosce tutta la storia dell’associazione, può leggere tutte le attività più importanti realizzate negli anni nel nostro sito.

“Ho cercato Gianluca per farmi fare delle domande, anche scomode in merito alla nuova variante, ma non ho avuto il piacere di poter far conoscere le mie ragioni.
So benissimo che Gianluca non è a mio servizio ma credevo che per questi giovani che parlano tanto di passione sarebbe stato piacevole oltre che doveroso poter sentire il capogruppo di un grande partito e rendere un servizio ai cittadini.”

Anche qui scrivi cose profondamente inesatte: se avevi delle cose da dire sul piano regolatore, potevi preparare un comunicato che sarebbe stato prontamente pubblicato sul sito, come avvenuto anche questa volta e come ho sempre fatto per tutti coloro che mi hanno contattato. In quel periodo ho avuto problemi familiari e di lavoro che hanno occupato interamente le mie 16 ore di vita (le altre 8 le ho dedicate al sonno) e infatti il sito è stato per quasi due mesi senza nuove notizie. Mi hai chiesto di organizzare un’intervista con domande; siccome mi piacciono le cose fatte per bene e sapendo che non avevo tempo, ti ho chiesto di inviarmi un comunicato, non lo hai fatto e me ne dispiace, magari anche tu eri impegnato nel lavoro. Questo sito, ad ogni modo, non è un giornale, e non pretende di esserlo; è uno spazio virtuale dedicato ad Isola, qualche volta (a sproposito) si parla anche di politica, ma ne vorrei parlare nell’accezione più positiva e non in quella più becera e scorretta.

Certo, il sito non è perfetto, è anche ormai un po’ obsoleto, ma se questo è l’unico spazio virtuale dove i cittadini di Isola possono partecipare ed esprimere le loro idee in maniera trasparente e libera, è un orgoglio per me; è anche però un brutto segnale per la nostra comunità perchè significa che siamo una realtà poco dinamica e poco incline alla partecipazione.

Perchè allora, visto il tuo ruolo politico, non ti impegni a far attivare un luogo ufficiale di confronto tra i cittadini e la classe politica? Magari un forum dove gli amministratori e voi politici rispondiate pubblicamente e puntualmente alle istanze ed alle sollecitazioni dei cittadini? Stupiscimi!

Gianluca Di Carlo
semplice cittadino

 

…e avendo più idee ebbero più sofferenze… 

 

  • Gianluca Di Carlo

    Cari visitatori, vi chiedo gentilmente di lasciare, se volete partecipare alla discussione, commenti pacati e civili. E possibilmente questa volta non anonimi. Mettiamoci la faccia!
    Grazie

    Ti piace il commento?
  • Marianna Lostagnaro

    Ultimamente la mia partecipazione alla vita sociale isolana è stata ridotta all'essenziale avendo impegni familiari importanti ed "ingombranti", ma ciò non significa certamente che non mi interessi più alla vita del mio paese, che abbia dimenticato l'assoiazione Le tre porte, di cui sono stata presidente per anni, fin dalla sua fondazione, e di cui attualmente sono vice presidente, in realtà più ad honorem che per attività concreta, sempre per gli impegni di cui sopra. Il fatto di essere presenza meno attiva sul territorio non vuol dire che non legga, non ascolti, non m'informi, non pensi a progetti realizzabili nel nostro paese, che non cerchi di esserci, quindi in qualche modo… leggere il comunicato che Germano Cervella ha lasciato su questo sito mi ha coinvolto, almemo per due buoni motivi: primo, perchè cita l'associazione di cui faccio orgogliosamente parte, secondo perchè fa riferimento all'epoca in cui ero presidente, tempi in cui, quindi, seguivo molto da vicino
    tutte le attività associative. Non sono qui a scrivere quanto sono erronee le affermazioni e, purtroppo, le convinzioni di Germano, anche perchè lo ha già fatto Gianluca in maniera equilibrata, corretta e pacata; scrivo perchè sono ottimista e ancora credo che valga la pena confrontarsi anche con chi ti accusa di cose che non stanno nè in cielo nè in terra e che, per molti aspetti e razionalmente non meriterebbero neppure la presa in considerazione; scrivo perchè già all'epoca del comizio a cui accenna Germano provai a spiegargli che si sbagliava su ogni singola affermazione circa la nostra associazione, dalla questione del giornalino, all'assurda convinzione delle presunte finalità politiche dell'associazione tutta. Già allora in piazza sentii delle bugie sull'associazione spacciate per certezze e ciò mi fece capire per la prima volta dove si può arrivare quando si vuole fare politica in senso stretto, animati, per carità, da indiscutibili e forti convinzioni, ma, essendo a corto di argomenti
    concreti, si finisce per sparare a zero su un argomento del momento. Leggere nero su bianco che la nostra associazione, allora come ora, "non fa il suo dovere civico" mi lascia sconcertata perchè credo che il dovere civico spetti solo alle istituzioni, agli amministratori, agli enti che hanno avuto la fiducia degli elettori e che quindi hanno certo doveri, e più di uno; mescolare poi questo argomento con il giornalino e aspetti quali scuola, formazione, cultura, giovani e sociale è senza criterio… ma che c'entra?! E poi… BASTA con questo appaiare l'associazione alla sinistra…ma non è riduttivo per te, Germano, ritenere che tutto ciò che delude le tue aspettative ti sia politicamente avverso?! Oggi, come nel 2006 e da quando esistono sul territorio, Le tre porte conducono avanti progetti ed iniziative PER ISOLA, PER GLI ISOLANI; "fanno" per non morire di noia, per non restare nell'ozio e nell'inattività più completa, per non dover attribuire gratuitamente le colpe del fatto
    che ad Isola non ci sia nulla e non si faccia nulla a questo o a quel politico, alla destra o alla sinistra, a seconda di chi sia al potere. Sugli altri punti del comunicato non ho nulla da dire, non riguardano l'associazione di cui faccio parte e, soprattutto, non m'interessano.

    Ti piace il commento?
  • Piergiorgio Possenti

    Come socio fondatore dell'Associazione Le Tre Porte e membro dell'attuale direttivo rimango profondamente indignato dalle affermazioni deliranti di Germano Cervella riguardo l'associazione e l'operato della stessa dal 2003 ad oggi. Non rispondo in questa sede (anche perchè lo hanno già fatto Gianluca e Marianna in maniera fin troppo educata oltre che esaustiva) e propongo di approfondire l'argomento con tutti i soci per definire i provvedimenti più opportuni da adottare. Parlare a vanvera è ammesso, offendere deliberatamente è inaccettabile!

    Ti piace il commento?
  • Marianna Di Saverio

    Non entro negli argomenti politici, però vorrei commentare su ciò che secondo me ha originato la querelle e cioè sulla possibilità di accedere con qualunque nick senza autenticazione (un pò com'era qualche anno fa).

    Per amore d'onestà ho sempre usato lo stesso nick, e mi sono resa conto che allargare la possibilità di commentare a utenti non registrati ha avuto negli anni l'unico effetto di incrementare il numero di commenti, anche fuori topic; lo stesso non si può dire dell'approfondimento delle discussioni, che a mio avviso non ne hanno beneficiato.

    Ti piace il commento?
  • maura ianni

    si dice che non tutti i mali vengono per nuocere. credo che sia vero anche in questa occasione: FINALMENTE viene fuori quanto sia importante metterci la faccia nelle cose, assumersi le proprie responsabilità anche quando si tratta di mettere il proprio nome e cognome per firmare le idee espresse in un forum virtuale. Credo che questo già puo' essere un traguardo raggiunto da tutti quelli che credono nella responsabilità rispetto prima di tutto verso se stessi.

    Ti piace il commento?
  • luca [n.a.]

    Ma andate tutti a zappare la terra che è meglio per tutti!!!!!!!!!!!!!

    Ti piace il commento?
  • Marianna Lostagnaro

    Rispondo al commento di tale Luca, ammesso che abbia usato il suo vero nome, dicendogli che potrebbe iniziare lui con l'andare a zappare la terra perchè è un nobile lavoro, e comunque qualcuno deve pur farlo, e lasciare così spazio a chi ha davvero qualcosa da dire…

    Ti piace il commento?
  • Marianna Lostagnaro

    Repetita iuvant

    Ti piace il commento?
  • katiuscia donatelli

    Mi spiace Germano ,sai quanto mi sei simpatico ,ma stavolta devo dire che hai preso un grosso granchio!!! Non voglio aggiungere nulla a ciò che già sia Gianluca sia Marianna hanno chiarito in merito alle attività dell'associazione, voglio solo ricordare a te come a tutti quelli che visitano questo sito che anch'io sono un socio fondatore e non sono certo di sinistra!!!! Attualmente essendo madre, moglie, ed avendo diversi impegni compreso il lavoro, non partecipo più attivamente ma sono sempre in contatto con gli altri ragazzi e non trovo nulla di strano nelle loro inziative ed attività.
    In passato mi firmavo Katiuscia '74 ma vedo che la situazione richiede dati anagrafici più dettagiati!!!!

    Ti piace il commento?
  • luca [n.a.]

    L'esempio di inutilità lo stai dimostrando tu, cara Marianna, comunque ribadisco è meglio che andate tutti a zappare la terra, che intorno a Isola è piena di pezzi di terreni incolti, non te la prendere!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Ti piace il commento?
  • Marianna Lostagnaro

    Dovresti spiegarmi dove e come io stia dimostrando inutilità, "caro" Luca, perchè davvero non capisco, come non capisco il tuo intervento se il dibattito non ti interessa…Fai altro, visita altri siti oppure presta attenzione ad altri argomenti presenti in questo… e comunque ribadisco: il tuo intervento è stato INUTILE.

    Ti piace il commento?
  • MARIANNA LOSTAGNARO

    … e comunque non me la prendo, non preoccuparti, ci vuole ben altro…

    Ti piace il commento?
  • Marianna Di Saverio

    non è che non si possa zappare la terra e allo stesso tempo collegarsi ad internet e commentare notizie eh.
    saluti multitasking

    Ti piace il commento?
  • ang

    Attenzione..a breve sarà edito(si spera,cosi' mi hanno detto!) da altra associazione,un giornalino …interessante..
    cmq l'idea avuta dall'associazione le Tre Porte di editare un giornale isolano(come a suo tempo fece ''il centro'' ,mutatis mutandis)
    e quindi di interesse localistico ma proprio per questo notevole,ammetto è stata ottima

    non avendo proseguito,la proseguiranno altri,magari per un pò e poi ci saranno altri ancora..

    Quello che un pò mi delude è che sebbene ci sia un evidente bisogno di informazione e coinvolgimento non c'è nè un 'foro'(nel senso etimologico di agorà) nè un forum(nel senso asuspicato da Gianluca) che possa soddisfarlo adeguatamente ed in maniera permamente anche lontano dalle elezioni …

    Infatti sotto elezioni si risveglia periodicamente il confronto e lo scontro delle fazioni a parole (anche se nessuno si azzarda a parlare di programmi per evitare di smentirsi clamorosamente nei successivi 4 anni tranne per l'ovovia che riciccia ogni 4anni imperitura e sempre uguale a se stessa,da destra e da sinistra) ..mentre nei successivi 4anni quando invece si opera nei fatti e si apre il vaso di Pandora degli interessi sottostanti alla politica,tutto è sopito e poco trasparente..poi però ci ritroviamo con indagati e condannati in primo grado(innocenti ,ci tengo a precisarlo, fino al terzo grado!) http://www.ekuo.it/index.php?option=com_content&a

    Un giornale che sta sempre sul fatto può essere anche molto scomodo…ma anche un deterrente..
    quindi è importante che qualcuno se ne faccia carico..proprio come controllore politico e preventivo ,non si può delegare tutto alle denunce ed alla magistratura coi tempi che ha e con le prescrizioni sempre più brevi..(l'intersezione tra i tempi della magistratura e i tempi della prescrizione danno un insieme vuoto,perdonatemi la deformazione professionale!)

    Ricordare ad esempio a costoro che la politica dovrebbe essere una casa di vetro e ricordo come qualcuno eletto qualche anno fa disse che avrebbe promosso la trasparenza degli atti informando periodicamente i cittadini di quanto accadeva ,delle delibere,degli stanziamenti etc…poi però si è perso per strada..

    certo facendolo senza scopo di lucro ci vuole tempo ed impegno ma ove ben fatto potrebbe costituire un baluardo alla deriva ed evitare di marcare anco di più il solco tra politici (ed interessi!)e cittadini cercando di ricomporne lo iato

    su tutto quello che si sente quanto la gente vorrebbe poter dire la sua?
    Penso all'abbattimento della palestra della scuola elementare dove pare al suo posto sarà costruita una palazzina con annesso parcheggio..invece di ricostruire una adeguata palestra tanto i bambini,li possono mandare a fare ginnastica sulla palestra della scuole medie…e sicuramente lo fanno con massimo delle buone intenzioni,lo fanno per gli altri,per i bambini..non per loro stessi…
    cosi' come i benefattori/progettisti con parcelle da sogno (basta consultare l'albo pretorio del sito di Isola per impallidire nel vedere quanti soldi ha il comune e quanti pochi ne ha per la gente!)….
    ecco rovistate qui http://albopretorio.comune.isola.te.it:8090/

    ….

    Ti piace il commento?
  • ang

    Sulle parole di Germano non dico niente…Germano mi sta simpatico a pelle..che abbia fatto un pò di confusione ci sta,ma il senso si capiva..che poi certi atteggiamenti,scelte dell'opposizione e prese di posizione ultimamente hanno dato adito a dubbi è inevitabile..

    Sull'anonimato lo ritengo un valore a patto che non sia una copertura per essere volgari ,attaccare gratuitamente e quant'altro..
    quando uno non si firma(ed attenzione a quando uno si firma per un altro!) ha un doppio onere..di documentare quanto afferma e attenersi ai fatti senza deragliare..

    saluti
    ang

    Ti piace il commento?