Auto semina il panico a San Gabriele

 

Due giovani del luogo nella serata di sabato hanno percorso più volte ad alta velocità il rettilineo che collega San Gabriele ad Isola del Gran Sasso. La loro folle corsa è terminata con un cappottamento nei pressi della prima rotonda.

A bordo di una 500, forse rubata, ADM e EM hanno rischiato di causare una tragedia: hanno percorso ad alta velocità il rettilineo che collega Isola a San Gabriele con pericolose manovre automobilistiche. Ricordiamo che questa zona è frequentata, in particolare la sera, da molte persone ed è stato per puro caso che nel punto in cui l’auto è uscita di strada non ci fosse nessuno.
Uno dei due occupanti (EM) è stato portato dal 118 all’ospedale per accertamenti mentre l’altro è stato prelevato dai carabinieri della locale stazione arrivati sul luogo dell’incidente dopo 50 minuti.

Purtroppo la colpa del ritardo non è da imputare ai carabinieri locali, ma al fatto che la stazione di Isola non è operativa nelle ore notturne e quindi la sera, dopo una certa ora, le chiamate di emergenza al 113 vengo gestite dalla stazione di Teramo.
Questa è una grave mancanza per il nostro territorio in quanto non è possibile che in un’area abitata di circa 7000 persone (comune di Isola, Castelli, Colledara e Tossicia) non ci sia una stazione di Carabinieri sempre attiva.

Il tratto di strada in questione stato altre volte oggetto di incidenti causate dall’alta velocità e continue guide spericolate, in particolare nelle ore notturne.

  • RossoAlice

    Due brevi riflessioni:
    1 – quando si parla di problemi legati ai giovani o alla società isolana pochi intervengono, mentre quando si parla di politica ognuno ha qualcosa da dire, in questo caso interessi da difendere?
    2 – la questione dei carabinieri che non hanno una stazione locale penso sia molto grave, qualcuno della nostra amministrazione si è mai posto il problema?

    Ti piace il commento?
  • red

    Questo perchè a Isola tutto, purtroppo, è politicizzato…..
    bisognerebbe andare "oltre" e chiedersi quale problema sociale si nasconde dietro questo velo di Maya, ma sai cosa??!!! tutti ne parlano, tutti sanno ma nessuno purtroppo cerca di risolvere il problema.Mi rendo conto che non è semplice ma anche le istituzioni dovrebbero "aprire gli occhi", forse anche dentro le proprie case ….
    bisogna prendere coraggio e affrontare la realtà che quotidianamente abbiamo sotto gli occhi, stringerci insieme per fare qualcosa non restare invece così indifferenti e con la sensazione di impotenza. Ho molta rabbia dentro perchè vedo i miei coetanei e amici, che non riconosco quasi più, distruggersi piani piano, percepisco il dolore che anela intorno…….loro e soprattutto le loro famiglie lasciate sole………..
    riflettiamo………..non chiudiamo gli ochhi……….

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    i carabinieri di isola si stanno dando molto da fare ultimamente per quando riguarda tutti i ragazzi sbandati,drogati di isola, quindi non è colpa loro se non hanno la caserma aperta 24 ore al giorno, ma la colpa è del sistema italiano che non funziona

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    Red tu parli di famiglie lasciate sole, ma dovrebbero essere proprio i genitori a infondere certi principi e far rispettare certe regole ai figli, loro per primi, certo le istituzioni poi devone fare da contorno, ma non venirmi a dire che le istituzioni possono colmare le gravi lacune lasciate dai genitori. Oggi si vive solo ed esclusivamente di playstation, pc, radio, tv e tutte altre cazzate virtuali, bisogna invece tornare alla realtà.

    Ti piace il commento?
  • red

    anonimo tu parli di colpe!!!!si potrebbe fare una dissertazione su questo argomento ma non si andrebbe da nessuna parte.non sono una persona sapiente o che si crede di avere verità e soluzioni in mano ma posso dire che la realtà educativa di cui tu parli la conosco fin troppo bene…..ma ti posso assicurare che per alcuni di questi "sbandati" isolani come li chiami tu, i propri genitori hanno svolto bene il loro compito, perchè li conosco e perchè hanno altri figli, i classici "bravi ragazzi" come si suol dire, ai quali hanno dato la stessa educazione e gli stessi buoni principi.Allora è un eufemismo parlare di colpe e questo dicorrere non giova a nessuno. Sono le leggi che dovrebbero cambiare,essere funzionali non solo per il recupero dei "sbandati" ma anche per ridare dignità e speranza alle famiglie. Esse sono annientate anche se magari le vedi andare in giro sorridenti come la mia o la tua,ma la loro guerra continua costantemente e
    senza interruzioni………è lacerante!!!!!!

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    caro red, hai ragione in un solo punto, cioè che andrebbero cambiate le leggi, perchè anche se i carabinieri, nel nostro caso, arrestano qualcuno, rimangono dentro giusto il tempo di un paio di giorni, dopo di che si rivedono in giro tranquilli e beati, come fossero andati atrascorrere un paio di giorni di vacanza.

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    Certi individui non cambiano!!! Quando non ci riesce la famiglia, significa che il caso è irrecuperabile, non venitemi a dire della legge da cambiare, delle istituzioni che non funzionano!!!il problema è, che poi queste persone non fanno del male solo a loro stesse, ma spesso coinvolgono anche individui innocenti!!

    Ti piace il commento?
  • vagi

    Mi sembra veramente semplicistico e superficiale affrontare certi argomenti importantissimi per il nostro vivere sociale e personale. Veramente stiamo vivendo un periodo storico dove le menti sono piene di nebbia, dove si è perso il minimo di solidarietà.Sono qui a pensare che l'uomo sia destinato alla sua autodistruzione…..

    Ti piace il commento?
  • vivedo

    non credo che sia superficiale e qualunquistico affrontare questi argomenti. Proviamo a chiederlo a chi, per colpa di soggetti come quelli, ha perso una persona cara in un incidente stradale e vediamo cosa ha da dire in merito. La verità è che mi sembra strano che certi soggetti se ne vadano in giro, sempre con i soldi in tasca, tranquillamente e le famiglie stanno li a guardare. Cosa sperano? Sperano che improvvisamente i figli vengano colpiti da un lampo di genio e ritornano ad essere ragazzi come tanti altri? Ma non credo che funzioni proprio cosi. Dove prendono i soldi questi signori? Dove prendono le macchine? Dove prendono i soldi per mettere la benzina, per comprare da bere e quant'altro? Chi lo sa per favore risponda perchè io risposta non ne trovo, anche se una mezza idea ce l'ho!!!!!!

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    allora perchè non la dici? se te la tieni che ci fai il brodo e pio te lo mangi?

    Ti piace il commento?
  • red

    ………………………………………………………………………………………

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    Ok! Posso concordare quasi con tutto quello che avete detto fino a questo punto. Ma posso farvi una domanda semplice semplice. Perchè sti due individui sono ancora liberi di andare in giro per Isola indisturbati? Perchè io devo rischiare perchè quei due sono ancora in giro? OK!OK! le domande sono due ma non faniente!

    Ti piace il commento?
  • vagi

    Cosa proponi allora, anonimo (ma perchè non scrivi il tuo nome?) di metterli in galera e buttare la chiave o qualche volta andarli a trovare al Castrogno di turno con una busta di arance? Stiamo impazzendo veramente.

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    Senti Marcello, allora se tu domani e nei giorni seguenti non hai nulla da fare, portali per prati a cogliere margherite. Non vorrei essere sarcastico, ma, bisogna che tutti si assumano le proprie responsabilità, tutti devono essere responsabili delle proprie azioni ed essere puniti se sbagliano ripetutamente.

    Ti piace il commento?
  • vagi

    Caro anonimo,(che pena rivolgersi ad un anonimo)volevo soltanto dire che la repressione da sola non risolve il problema di cui stiamo faticosamente discutendo.Mi dici, quasi con sfida, di portare qualcuno sui prati a cogliere margherite se avessi tempo per farlo. Evidentemente tu ti ritieni una persona che non ha troppo tempo a disposizione, uno di quelli che non può perdere tempo dietro a queste cose dal sapore bucolico ed ingenuo.Allora non reste che affidarsi ad una repressione che tolga di mezzo le mele marce e ci faccia dormire sonni tranquilli, perchè la mattina dobbiamo alzarci prestissimo per andare a lavorare e non abbiamo tempo per questi delinquenti che si sono rovinati da soli la vita…Per questi delinquenti che forse non hanno scelto i calci al pallone….ed è giusto prenderli a calci nel sedere.

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    Ma a che titolo ti presenti da questi individui, per consigliargli cosa devono fare??Ti riderebbero in faccia!!!! I loro genitori i titoli ce l'hanno, ma, spesso i genitori sono peggio dei figli. le forze dell'ordine possono dargli dei calci nel sedere ogni tanto, le carceri sono sovraffollate e non risolvono il problema, ma consentimi una qualche punizione ce la vuole, altrimenti come capiscono sti tizi?

    Ti piace il commento?
  • blackfox

    Io conosco questi due ragazzi, sono miei amici(lo sono stati), siamo andati a scuola insieme. Devo ammettere che mi dispiace per loro, per come si sono ridotti, però io penso che effetivamente serva qualche provvedimento. Teniamo presente che hanno messo in pericolo la vita di tutti quelli che sarebbero pututi passare nel momento del cappottamento.

    Ti piace il commento?
  • Anonymous User

    In galera dovrebbero andare!!!!

    1) Hanno rubato una macchina!
    2) Hanno messo a repentaglio la vita degli altri!

    Uno dei due ha avuto anche il coraggio, dopo che il propietario della macchina non ha sporto denuncia per evitare ulteriori complicazioni a due casi già difficili, di chiedere un risarcimento all'assicurazione della macchina perchè nell'incidente si è fatto male.

    Ti piace il commento?