Due giovani del luogo nella serata di sabato hanno percorso più volte ad alta velocità il rettilineo che collega San Gabriele ad Isola del Gran Sasso. La loro folle corsa è terminata con un cappottamento nei pressi della prima rotonda.

A bordo di una 500, forse rubata, ADM e EM hanno rischiato di causare una tragedia: hanno percorso ad alta velocità il rettilineo che collega Isola a San Gabriele con pericolose manovre automobilistiche. Ricordiamo che questa zona è frequentata, in particolare la sera, da molte persone ed è stato per puro caso che nel punto in cui l’auto è uscita di strada non ci fosse nessuno.
Uno dei due occupanti (EM) è stato portato dal 118 all’ospedale per accertamenti mentre l’altro è stato prelevato dai carabinieri della locale stazione arrivati sul luogo dell’incidente dopo 50 minuti.

Purtroppo la colpa del ritardo non è da imputare ai carabinieri locali, ma al fatto che la stazione di Isola non è operativa nelle ore notturne e quindi la sera, dopo una certa ora, le chiamate di emergenza al 113 vengo gestite dalla stazione di Teramo.
Questa è una grave mancanza per il nostro territorio in quanto non è possibile che in un’area abitata di circa 7000 persone (comune di Isola, Castelli, Colledara e Tossicia) non ci sia una stazione di Carabinieri sempre attiva.

Il tratto di strada in questione stato altre volte oggetto di incidenti causate dall’alta velocità e continue guide spericolate, in particolare nelle ore notturne.