Ordigno incendiario davanti la porta della sede.
Il fuoco è stato spento subito, danni lievi.

In una campagna elettorale che in provincia, complice il sistema delle liste bloccate. non aveva finora fatto segnare toni accesi o episodi di intolleranza, ha fatto irruzione un fatto di violenza. Un attentato incendiario è stato compiuto ad Isola del Gran Sasso ai danni della nuova sede elettorale della Margherita, che doveva essere inaugurata ieri sera.

Un simpatizzante del partito, andando nella sede dopo la pausa pranzo per completare i preparativi in vista dell’inaugurazione, alle 14.15 ha scoperto a ridosso del portone d’ingresso, una tanica da tre litri piena di benzina collegata ad un rudimentale detonatore composto da due fili elettrici e una batteria. Tra la tanica ed il portone era stata sparsa della polvere pirica alla quale era stata dato fuoco. Infatti era in corso un principio d’incendio del portone che è stato subito spento. L’azione, hanno successivamente riferito gli inquirenti, aveva l’aria di essere solo dimostrativa. L’ordigno, a quanto pare, non sarebbe mai potuto esplodere. Irrilevanti i danni, visto che si è solo annerita la soglia della porta. Di sicuro, però, l’improvvisato attentatore ha provato a causare danni seri. Per ora non risulta che gli esponenti locali della Margherita abbiano subito minacce nei giorni scorsi.

La teramana Manola Di Pasquale, candidata la senato per la Margherita, dopo essere andata sul posto ha commentato: "E’ un gesto di persone che hanno voluto attirare l’attenzione in una campagna elettorale in cui, a livello nazionale, i toni sono troppo alti. C’è un clima esasperato che porta ad atti di esaltazione. Le ultime sortite di Berlusconi hanno sicuramente esaltato gli animi. E’ una campagna elettorale strana, determina una spaccatura sociale nel Paese. Ma noi andiamo avanti con tranquillità".
Perchè un attentato proprio ad Isola? Manola Di Pasquale ricorda che "a Isola c’è stato il trasformismo della giunta e del sindaco (Giuseppe Bucciarelli, saliniano, è di recente passato dal centrodestra all’Udeur, ndr). La gente queste cose non le capisce, è confusa". Nella cittadina a maggio si voterà per il Comune.