La Cona di San Sebastiano è una piccola cappella e costituisce uno degli edifici religiosi più importati della zona soprattutto per via dei preziosi affreschi che vi sono custoditi.

Anticamente simili costruzioni, solitamente dotate di una fontana e un abbeveratoio, erano edificate in prossimità dei paesi, presso gli incroci, per consentire alle persone che trasitavano nei paraggi di bere, rinfrescarsi e dissetare i propri animali.

La Cona si trova all’incrocio fra Via della Fontane e Viale Costantini; la parte centrale della facciata in cui una volta era situata una grata di ferro che permetteva alle persone di assistere alla messa, è attualmente occupata da un monumento ai Caduti. All’esterno è presente (anche se deteriorato dagli agenti atmosferici) un dipinto di Andrea de Litio: l’Annunciazione, su uno sfondo di alberi e in alto il Padre Eterno su una nuvola rossa sorretta da un cherubino; all’interno è presente un altro dipinto dello stesso autore, raffigurante la Madonna con il bambino, tra San Rocco e San Sebastiano; è presente inoltre un tabernacolo in pietra datato 1500.

Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoCreare immagine del codice QR per mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSONEsporta come GeoRSSEsporta come ARML per Wikitude il browser con Realtà-Aumentata
Cona di San Sebastiano

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Cona di San Sebastiano 42.501497, 13.661563 Cona di San Sebastiano. Leggi la scheda su Andrea De Litio. Leggi la scheda sulla chiesa. (Indicazioni stradali)

Testi e foto di Francesco Mosca