In passato Isola del Gran Sasso aveva molte chiese, alcune delle quali oggi sono ancora officiate, mentre di altre si conservano solo i ruderi o non ne resta che il ricordo.

La Chiesa Madre, nel centro storico, è attualmente sede della parrocchia; essa possiede svariati elementi di valore artistico: il portale di Matteo di Napoli (1420), il Fonte Battesimale del 1500, il Pannello in maiolica di Andrea Pompei di Castelli,  e il ostensorio del 1400 di orafo straniero.

Nel cuore di Isola, nei pressi di Piazza Contea di Pagliara, è possibile visitare i resti della Chiesa di S.Antonio Abate, risalente al XIII secolo.

Appena fuori dal centro storico c’è la Cona di San Sebastiano, una piccola cappella con due affreschi di Andrea de Litio del 1400, e nelle vicinanze, si possono ammirare la Chiesa della Madonna delle Grazie, sulla riva destra del fiume Ruzzo, la Chiesa dell’Immacolata Concezione in prossimità del bivio per Colliberti e la Chiesa di San Leonardo – nei pressi del palazzo scolastico – con altare ligneo barocco.

Nelle vicinanze di Isola e nel territorio delle frazioni sorgono altre chiese:  Santa Lucia, una volta sede della parrocchia di Pretara si trova presso il fiume Ruzzo, vi si venerano le spoglie di Santa Colomba. Nei pressi di Cerchiara sono situati i ruderi del cenobio di San Valentino, con resti di affreschi da salvare, mentre nella popolosa frazione è possibile visitare la Chiesa dei Santi Maria del Caldarolo e Valentino. La chiesa di San Cassiano sorge nei pressi di Cesa di Francia, a Fano a Corno si trova l’antico monastero San Salvatore ed a Casale San Nicola è presente la Chiesa di S.Maria delle Grazie.

Altri luoghi di culto presenti sul territorio sono la Chiesa di S.Donato a Pretara, la Chiesa di S.Vincenzo Ferreri a Capsano,  la Chiesa di S.Pietro a Ceriseto e Chiesa di S.Pietro a San Pietro.

Da visitare sono anche le frazioni di San Massimo, con la omonima Chiesa, la chiesa di S.Maria degli Angeli a Trignano e le chiese di San Lorenzo e Madonna della Pietà a Colliberti.

Importantissima attrattiva del territorio isolano è il Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, un ex-convento francescano oggi centro della vita spirituale dell’Abruzzo e meta di pellegrini ogni anno più numerosi.

Un discorso a parte merita la chiesa di San Giovanni ad Insulam, la più importante della zona: un tempio di altissimo valore storico, essendo una delle testimonianze più antiche dell’architettura romanica abruzzese.

Esporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoCreare immagine del codice QR per mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSONEsporta come GeoRSSEsporta come ARML per Wikitude il browser con Realtà-Aumentata
Chiese

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Cona di San Leonardo: 42.503221, 13.658050
Santuario di San Gabriele: 42.517204, 13.656928
Chiesa parrocchiale di San Massimo: 42.501624, 13.661150
Madonna delle Grazie: 42.500801, 13.662202
Eremo di San Cassiano: 42.510016, 13.653291
San Giovanni ad Insulam: 42.519964, 13.684920
San Salvatore: 42.491324, 13.615129
Chiesa di S.Vincenzo Ferreri: 42.521577, 13.693932
Chiesa di S.Maria delle Grazie: 42.483317, 13.601185
Chiesa dei SS. Maria del Calderolo e Valentino: 42.503641, 13.626469
Chiesa di S.Pietro: 42.487009, 13.655447
Chiesa dell\'Immacolata Concezione: 42.502213, 13.663377
Chiesa di S.Donato: 42.484876, 13.666724
Chiesa di S.Antonio: 42.502539, 13.662481
Chiesa di S.Lucia: 42.497752, 13.664900
Chiesa di S.Massimo: 42.494623, 13.691400
Chiesa di S.Maria degli Angeli: 42.529366, 13.678107
Chiesa di S.Pietro a San Pietro: 42.492281, 13.651961
Chiese di San Lorenzo e Madonna della Pietà - Colliberti: 42.508062, 13.670644