Di Giancamillo chiarisce il caso sollevato da Crescita Comune: «Colpa di una perdita d’acqua, la struttura è sicura»
«Falsa propaganda contro la nostra amministrazione, un piccolo danno al quale abbiamo provveduto»

Massimo Di Giancamillo, assessore di Isola del Gran Sasso

Un caso ingigantito ad arte, che riguarda solo un ripostiglio non utilizzato da studenti e personale, e che è stato provocato solo da una perdita d’acqua già sistemata. Non si è fatta attendere la replica dell’assessore comunale Massimo Di Giancamillo sul caso della muffa nella scuola Ma-terna di Isola del Gran Sasso che ospita temporaneamente le scuole Medie, sollevato dal Comitato di Crescita Comune. Una risposta in cui si sottolinea la «strumentalizzazione di un fatto insignificante», che non ha creato disagio a chi frequenta la struttura e che sarebbe stato gonfiato solo per fini elettorali.
«A Isola del Gran Sasso si vive un paradosso colossale, che da una parte d̀a i brividi e dall’altra rincuora vista l’inconsistenza degli argomenti e delle critiche mosse dal Comitato di Crescita Comune all’amministrazione Di Marco –afferma l’assessore Di Giancamillo – Una cosa ̀e certa, siamo in piena campagna elettorale ed inizia puntuale la falsa propaganda contro questa amministrazione. Si accenna e si ingigantisce artatamente un insignificante problema nella scuola Materna che oggi ̀e provvisoriamente frequentata da ragazzi della scuola Media, che è stata opportunamente adeguata. Il locale fotografato oggi ̀e solo un ripostiglio non usufruibile in quanto non ̀e stato adeguato e quindi non accessibile ai ragazzi -aggiunge Di Giancamillo – In ogni caso il piccolo danno ̀e stato causato da un problema di perdita di acqua, già risolto giorni addietro, si stava solo aspettando soltanto che si finisse ad asciugare per poterlo ripristinare e togliere la muffa. Ma Ianni e i suoi si sono preoccupati solo di presentare, nella sede comunale, i manifesti per inseguire la loro miope campagna elettorale. Ridicola la loro ammirazione interessata e gli elogi per i vicini Comuni, senza tener conto della riqualificazione che questa amministrazione ha portato a Isola Del Gran Sasso: parlo dei giardinetti pubblici, del Parco dell’Ortolano, del campo sportivo, del progetto Sic, del campetto da calcetto. Tutti siti riqualificati che, guarda caso, sono apprezzati dai Comuni vicini dove i cittadini portano i loro figli nel nostro Comune per usufruirne, ma non da Crescita Comune, chissà perchè? Non dico questo per screditare gli altri Comuni vicini, infatti chi amministra conosce le problematiche e le difficoltà per portare avanti le opere, ma Isola merita un applauso più degli altri anche sull’edilizia scolastica visto che in solo due anni siamo riusciti a portare a termine un progetto ambizioso ed ampio che nessun altro ad oggi può vantare».

La Materna di Isola che ospita temporaneamente le Medie.
La Materna di Isola che ospita temporaneamente le Medie.

IL CONTRATTACCO. Di Giancamillo poi rispedisce le critiche al mittente accusando proprio Crescita Comune di rallentare il completamento delle opere pubbliche. «Carissimi, invece di fare propaganda di bassa lega, dovreste spie-gare ai cittadini isolani chi ha bloccato il secondo lotto della scuola materna e perché sono stati sequestrati i documenti ed i pro-getti per più di un anno impedendo la realizzazione del secondo lotto consistente in mensa e cucina per i bimbi – attacca Di Giancamillo -Voi che vi siete alfieri della sicurezza delle scuole e degli alunni siete stati invece quelli che l’hanno messa a rischio nella realtà dei fatti. La scuola materna senza i vostri pretestuosi ostacoli sarebbe già terminata d̀a tempo e così avremmo tutti i ragazzi in una scuola più sicura. Questa ̀e la no-tizia che dovrebbe essere data ai cittadini di Isola e che spiega chi sono veramente i componenti di Crescita Comune. Ridicolo, poi, il passaggio dove vengono nominati “due cittadini informati dei fatti”. Non si faceva più bella figura a scrivere che erano consiglieri di minoranza di Crescita Comune?. Una parola anche per quella che voi definite fogna a cielo a aperto sotto ai parcheggi di San Gabriele. Intanto mi piace ricordare che ̀e lì da oltre 20 anni e che fu realizzata dagli ex amici di sinistra di Ianni quando lui era anche membro del direttivo. Caro Ianni tu speri nella memoria corta degli altri ma tu ed i tuoi ex amici di sinistra ci avete lasciato in eredit̀a un territorio all’abbandono che noi abbiamo in gran parte riqualificato – conclude Di Giancamillo – In conclusione vista la nota che avete messo agli atti nell’ultimo consiglio comunale sul presunto debito fuori bi-lancio per tre lavori di somma urgenza, vi consiglio di studiare bene le norme perchè ̀e strano che ne sappia più un umile falegname che due esimi ingegneri. Isola per la prima volta ha avuto un’amministrazione che, tra mille difficoltà ed intralci, ha riportato progettualità e sostegno per i cittadini».

Fonte: La Città