In attesa della realizzazione del nuovo polo scolastico nei pressi del parcheggio di San Gabriele, e dopo la fumata nera per l’utilizzo della struttura che ospitava il mensile L’Eco, è arrivata finalmente una soluzione che permetterà agli studenti di Isola del Gran Sasso di proseguire le lezioni. L’amministrazione comunale, infatti, ha deciso di spostare gli studenti delle medie nella struttura della scuola materna in fase di completamento in contrada Torretta.

Un edificio finito al centro dell’inchiesta della Guardia di Finanza ma che, di fatto, non è stata sequestrata dalla magistratura. Per questo motivo è utilizzabile, perlomeno temporaneamente, per far fronte all’emergenza scuole in un paese che è rimasto con una sola struttura agibile, quella delle elementari, e che da troppo attende la realizzazione del polo i cui lavori non partiranno prima di anno nuovo. Fino ad ora i ragazzi sono stati ospiti della scuola di Colledara ma, a gennaio, anche lì partiranno i lavori preventivati dalla locale amministrazione.

Così, per evitare di lasciare gli studenti senza una scuola (o di costringerli a lunghe trasferte), il Comune ha deciso di utilizzare la struttura di contrada Torretta. Innanzitutto è stato chiesto alla protezione civile di poter effettuare delle modifiche d’urgenza per renderla subito agibile. Poi è stato ottenuto un finanziamento di 150mila euro per eseguire gli interventi necessari. Interventi che riguarderanno alcuni adeguamenti e l’impiantistica. I lavori, che dovrebbero partire a breve, devono essere completati entro la fine dell’anno quando, gli studenti di Isola avranno finalmente una sede, seppur provvisoria, in attesa della realizzazione del tanto atteso polo scolastico.

Fonte: La Città