Il logo del Comitato Civico Crescita Comune

Egregio Presidente Ringrazio Lei e gli altri componenti del Consiglio Regionale,di essere venuti ad Isola del Gran Sasso ad incontrare prima gli amministratori presenti, insieme ad alcuni genitori, poi la cittadinanza.

Sicuramente ha percepito il malessere di tutti coloro che, di nuovo, hanno ritenuto di essere stati posti in secondo piano, sicuramente non allo stesso livello dei comuni limitrofi, a fronte degli ultimi eventi sismici, in particolare modo dopo quello occorso il 30 Ottobre 2016.
Tengo a precisare che le reali emergenze sono ben altre, mi riferisco a quelle zone in cui gli eventi sismici hanno davvero distrutto tutto ed in cui tutti hanno dovuto abbandonare tutto quello che avevano.
Non è questo il caso, ma la prego di visionare con più attenzione I dati numerici e le testimonianze fotografiche inerenti la situazione post-sima del Comune di Isola del Gran Sasso e si accorgerebbe che anche in questa comunità parecchie famiglie, in via precauzionale hanno dovuto abbandonare la propria abitazione, e molte attività situate al centro storico hanno dovuto fare i conti con la chiusura dello stesso.
Per non parlare delle scuole e della quasi totalità dell’edilizia ecclesiastica.

Ho letto con attenzione i Decreto Legge N. 189 de 17 Ottobre e quello più operativo N. 205 del 11 Novembre 2016.

Mi permetto di dissentire con Lei sull’affermazione più volte ripetuta che il cratere in quanto tale non esiste.
Per tutti i Comuni non facenti parti del cratere “allargato” così come deciso dalla Regione (non si tratta di macro-sismicitá), se si riconosce il nesso di causa effetto con gli eventi sismici occorsi, saranno riconosciute tutte le misure atte al ripristino e/o adeguamento solo degli edifici danneggiati. Questo è riportato nell’articolo 1, comma 2.
Tutti gli altri articoli, che parlano non solo di riparazione e di ricostruzione, ma anche di assistenza alla popolazione e di ripresa economica, non si riferiscono ai Comuni fuori dal cratere e fanno tutti riferimento all’articolo 1.
Sono sicuro che la Regione, che Lei rappresenta, abbia delle motivazioni molto serie sulla base delle quali, ha deciso quali siano i Comuni rientrati nel cratere a seguito degli eventi sismici del 24 Agosto e poi abbia inserito altri Comuni a seguito delle successive scosse del 30 Ottobre scorso.
La prego di fornire tali ragioni anche a noi di Isola del Gran Sasso, affinché sia chiaro a tutti perché il nostro Comune non faccia parte di tale “allargamento”. La ringrazio di aver promesso di accelerare l’iter per il completamento della Scuola Materna e per la realizzazione della nuova Scuola elementare, cercando di utilizzare fondi gestiti direttamente da Lei.

asilo-cerchiaraLa ringrazio per l’impegno preso per la sistemazione di una importante strada molto pericolosa, la cui criticità é aumentata ulteriormente, anche in questo caso, per ovvie ragioni e responsabilità che qui adesso sarebbe fuori luogo riportare.
Già il giorno dopo il Suo incontro ad Isola, Protezione Civile e Genio Civile hanno effettuato un sopralluogo, non solo della strada ma anche delle scuole da utilizzare temporaneamente nella frazione Cerchiara.
Tuttavia, La prego, anche in qualitá di sub-commissario all’emergenza, di guardare al presente e di aiutare la Comunità affinché si superi il periodo attuale in modo sereno e sicuro.
Proprio ieri una mamma Le ha mostrato una foto riguardante la caduta improvvisa di una lastra di intonaco dal soffitto di una aula della scuola materna, ritenuta dal DICOMAC, agibile e classificata A!!!! Il Sindaco ha richiesto l’ulteriore verifica degli edifici classificati agibili, mediante analisi termografica. Ancora ieri si é pensato di poter utilizzare un possibile Capannone industriale, ad uso scolastico, andando in deroga alle varie autorizzazione che altrimenti ne impedirebbero tale utilizzo.

I piani di evacuazione per eventi sismici sono carenti ed addirittura in una scuola si prevede di utilizzare come via sicura di evacuazione, una scalita interna!!! Puó comprendere come la fiducia di tutti i genitori verso edifici ritenuti agibili ma che presentano gravi criticitá, sia venuta meno. È fondamentale guardare all’immediato, al periodo che va da oggi fino alla realizzazione delle nuove scuole e all’arrivo dei MUSP per le scuole medie, ed avere da Lei un supporto fattivo affinché tale situazione temporanea venga affrontata in modo professionale ma anche per andare incontro a tutti quei genitori che vorrebbero essere ulteriormente rassicurati, sia per le scuole dell’infanzia sia per le scuole elementari.

Cordialmente

Andrea Ianni
Genitore di due bambini che andranno a scuola ad Isola G.S.
Capogruppo di Crescita Comune al Consiglio Comunale di Isola G.S. 

15027464_1866032896961345_6637501881303794304_n 15027747_1866032903628011_812518425814012814_n