Comunicato stampa del Partito Democratico di Isola del Gran Sasso circa le accuse dell’altra lista di opposizione Crescita Comune.


Partito DemocraticoIl Circolo del Partito Democratico di Isola del Gran Sasso, a fronte di confuse, pretestuose e false notizie diffuse tra la cittadinanza dalla lista Crescita Comune in merito ai finanziamenti inerenti i plessi scolastici, ritiene doveroso ripercorrere le tappe che hanno caratterizzato le scelte per l’edilizia scolastica durante l’Amministrazione Di Giacinto prima e Di Varano dopo.

Infatti, all’indomani del terremoto dell’aprile 2009 si intensificarono le azioni per la realizzazione di un nuovo Polo Scolastico, che portarono, alla fine di un travagliato percorso, ad avere un finanziamento di 1.839.200 euro per un nuovo plesso di scuola primaria. L’impegno sempre maggiore poi del Sindaco Di Varano e della sua Amministrazione rendeva finalmente possibile e concreta anche l’assegnazione di altri 650.000 euro per la costruzione di una nuova scuola dell’infanzia, oltre ad un ulteriore finanziamento, anch’esso di 1.839.200 euro per un nuovo plesso della secondaria di primo grado.

QUESTO E’ QUELLO CHE LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE HA LASCIATO un’assegnazione di 4.328.400 euro per la realizzazione di TRE nuove scuole!

È VERGOGNOSO che Crescita Comune pensi di aumentare il consenso e possa deliberatamente fare leva sull’emotività delle famiglie isolane, scosse non solo dal terremoto, ma anche dalla pessima gestione di tutta la vicenda da parte dell’Amministrazione di centrodestra.

Crescita Comune insinua che i fondi per i nuovi plessi non ci sarebbero mai stati: solo semplice e menzognera propaganda politica! La verità è che si è lavorato in soli tre anni, “tempo burocratico” strettissimo, per programmare gli interventi, partecipare a bandi competitivi, posizionarsi utilmente in graduatoria ed attingere a finanziamenti, CHE SONO STATI ASSEGNATI, per poter realizzare i nuovi Poli Scolastici. La realizzazione, sotto San Gabriele, di due scuole “gemelle”, primaria e secondaria di primo grado – perché gemelli erano i finanziamenti – ed un nuovo polo dell’infanzia che avrebbe messo insieme asilo nido e scuola dell’infanzia in contrada Torretta.

Questo il percorso intrapreso per la sicurezza dei nostri figli. Non è stato possibile portare a termine il progetto, non certo per incapacità, ma perché all’esito delle anticipate consultazioni elettorali, le scelte democratiche hanno portato una nuova amministrazione a governare Isola. Tutto ciò è incontrovertibile, perché esistono gli atti in Comune e tutti i cittadini possono verificare: l’Amministrazione Di Varano, nel momento in cui ha passato le consegne alla maggioranza di centrodestra, aveva i fondi assegnati per il progetto del polo scolastico – o dei poli scolastici che dir si voglia – ed il tutto era già oltre la fase preliminare.

Successivamente c’è stato il taglio al finanziamento per il plesso dalla scuola secondaria di primo grado, portato da quasi due milioni di euro a 737.000. Ciò che è accaduto poi (spostamento del finanziamento del plesso della secondaria su quello dell’infanzia) non è dipeso più dalla nostra volontà, ma da scelte politiche dell’attuale amministrazione delle quali la stessa dovrà dare conto ai cittadini, come dovrà dare conto degli ingenti ritardi sull’attuazione degli interventi.

Poiché la demagogia ed il disfattismo non appartengono al PD, che non è interessato ad azioni distruttive, il Circolo, all’indomani del sisma del 24 agosto, si è messo a disposizione per qualunque forma di appoggio, pur come forza di opposizione e nel rispetto dei ruoli, per intraprendere azioni comuni con tutto il Consiglio Comunale volte ad ottenere finanziamenti ed appoggi nelle forze istituzionali che oggi governano Regione e Stato.

Nel contempo, volendo onorare il nostro fare opposizione con suggerimenti concreti, il PD di Isola consiglia all’Amministrazione di non spendere somme sul plesso della vecchia scuola materna di Isola, che tra l’altro è già stato “ceduto” ad un privato, ma di considerare l’ipotesi di adeguare, con pochissima spesa, i locali del Poliambulatorio, rinnovati di recente, e renderli fruibili per i bambini delle scuole materne fino alla realizzazione del nuovo plesso.

Certi di aver dato un fattivo contributo alla chiarezza ed alla trasparenza, rimandiamo ulteriori atti ed azioni politiche al prossimo Consiglio Comunale.

Partito Democratico – Circolo di Isola del Gran Sasso