Una postazione del 118 davanti al santuario di San Gabriele

Una postazione del 118 davanti al santuario di San Gabriele

A difesa della postazione del 118 di Isola del Gran Sasso interviene il deputato di Scelta Civica Giulio Sottanelli. Dinanzi al rischio sempre più concreto della chiusura del servizio Sottanelli ha deciso di sottoporre la questione, attraverso un’interrogazione parlamentare, direttamente al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, sottolineando l’importanza di questo presidio per tutta la zona montana a ridosso del Gran Sasso.

Il parlamentare mette in evidenza come «la postazione del 118 di Isola è al servizio di circa 10.000 abitanti dell’area montana e di oltre 1.500.000 pellegrini che ogni anno visitano il Santuario di San Gabriele. Il progetto di riorganizzazione della rete dell’emergenza sanitaria prevederebbe, infatti,
una nuova postazione medicalizzata a Val Vomano con tempi di soccorso che diventerebbero in molti casi troppo lunghi per un efficace intervento nei comuni della Valle Siciliana». Per questo viene chiesta la salvaguardia del distretto perché la soppressione «avrebbe come conseguenza quella di ridurre la sicurezza, in termine di salute per cittadini e non, dei comuni di Isola, Castelli, Colledara, Castel Castagna, Tossicia, del santuario di San Gabriele e anche della Val Fino».

La paventata chiusura del 118 di Isola è al centro del dibattito politico e della società civile della Valle Siciliana, indignata e preoccupata per la propria salute e quella dei tanti turisti e pellegrini. Iniziative indirizzate alla Regione sono state intraprese già da quest’estate ad opera del gruppo civico Crescita Comune di Isola e da parte delle amministrazioni dei Comuni coinvolti.
Fonte: Il Centro