Deprecabile atto vandalico e di intimidazione nei confronti del gabbiotto in legno posto all’incrocio della strada per l’accesso alle piane del fiume. Le foto dopo l’incendio.

Nella notte di venerdì ignoti hanno appiccato il fuoco alla piccola casetta in legno che è andata completamente distrutta; la struttura è situata all’inizio della strada che dalla provinciale conduce all’area faunistica “Piane del fiume”.

La struttura era stata installata questa estate nell’ambito di un piano di sistemazione complessiva dell’area naturalistica conosciuta come “Le Piane del Fiume” ed era costata circa 3.500 euro; proprio la razionalizzazione e la regolamentazione dell’accesso all’area, con l’introduzione di una tariffa di accesso nei giorni festivi dei mesi estivi, ha attirato numerose critiche verso l’amministrazione separata di Pagliara ed il suo presidente, Aldo Solari.

Le proteste di alcuni cittadini nei confronti delle nuove regole e in particolare dell’istituzione di una tariffa poter accedere alle aree attrezzate, hanno alzato di molto il livello della polemica negli ultimi mesi contro queste nuove direttive,  motivate da una razionalizzazione degli spazi e degli accessi all’area, una delle più frequentate nel periodo estivo.

Forse però la giusta chiave di lettura di questo atto vandalico va cercata prendendo in considerazione l’alta tensione che si respira sul territorio intorno all’annosa problematica degli usi civici, con la ricognizione da parte dell’Amministrazione separata di tutti i terreni abbandonati intestati al Comune di Isola sul quale vigono usi civici e pastorizia.

Sull’accaduto indagano i carabinieri della stazione di Isola del Gran Sasso.