“Ad Isola il Pdl è esploso”

 

Intervista del capogruppo consiliare Cervella al quotidiano “La Città”.
“Perchè Tancredi parla di Mariano come candidatura condivisa se sono 10 anni che litighiamo?
Io farò la mia lista, perchè sto con Berlusconi, non con Tancredi”

«Il Pdl ad Isola non è diviso, è esploso». A sole ventiquattrore dalla presa di posizione ufficiale del partito che, tramite il Senatore Tancredi, aveva negato ogni divisione pre-elettorale, di fatto smentendo il nostro articolo del giorno precedente, nel quale ipotizzavamo le correnti interne divise su almeno tre candidature, prende la parola il capogruppo consiliare azzurro uscente, Germano Cervella.
E risponde al Senatore.

“Io non so perché Tancredi abbia fatto quel comunicato, davvero non lo capisco. visto che la situazione è proprio come avete detto voi: il partito è diviso, anzi è esploso… loro, i vertici, candidano Stefano Mariano, io voglio candidarmi e quelli di Gatti portano il candidato del Pd, Alfredo Di Varano…”.

Perché non le va bene Mariano?
«Vede, cinque anni fa, io mi sono candidato Sindaco, e l’ho fatto mentre altre persone. che oggi hanno l’approvazione del partito teramano, prendevano altre strade, consegnando il paese alla Sinistra, votando addirittura contro di me – spiega Cervella – ma io sono di Forza Italia, rappresento quell’Italia che produce, che è la base del partito, faccio riferimento direttamente a Berlusconi, che mi ha letteralmente battezzato con la famosa “spada della libertà”, per andare avanti e difendere il mio paese… ed è lo stesso paese che è stato gestito male, anche da parte di quelli che, oggi, sono i candidati ufficiali…”

E che cinque anni fa non la votarono…
“Infatti, io persi le elezioni perché, praticamente, il partito era diviso, Salini andò a sinistra… successe di tutto, ma io in questi anni ho cercato di tenere insieme il partito, pur sapendo che da parte loro non avrei mai avuto un appoggio, per questo, poi, ho deciso di fare un passo indietro, per riunire il partito…”

E invece?

“E invece c’è un disastro ad Isola, il mio passo indietro non è servito, il partito è esploso… a questo punto, visto che sono giovane e che credo di avere i numeri, e l’ho dimostrato, visto che tutti quanti si vogliono litigare questa leadership, ho deciso di rientrare in gioco…”

E al partito che hanno detto?
Paolo Tancredi è venuto domenica quassù, abbiamo parlato, ma poi siamo arrivati ad una chiusura totale…, lui mi ha chiesto un atto di responsabilità, ma io, dici che lo possono chiedere anche al loro candidato, a meno che il problema non sia nel fatto che l’altro ha la laurea e io sono un piccolo diplomato, con un’impresa…”

Quindi, adesso, che succede?

“Succede che loro candidano Mariano e io faccio la lista, la sto già facendo, ho anche cercato il simbolo a Roma, ma è chiaro che il partito l’affiderà alla loro lista, ma la mia ha già l’appoggio della Democrazia Cristiana, dell’Mpa, stiamo facendo insomma… e le liste saranno quattro, con quattro candidati sindaci”.

Ma in politica si dice che “se si va divisi”…

“.. non si vince, lo so, ma io proprio per questo avevo fatto la proposta di fare tutti un gesto politico e cercare una persona su cui convergere, oppure fare le primarie…, visto che sono dieci anni che stiamo incazzati tra di noi, facciamo scegliere al popolo se Cervella si deve fermare, o se si deve fermare Bucciarelli, o magari Mariano… invece, se si tratta di fare propaganda e cercare i voti, io per tutti sono un asso, se si parla di nazionali, regionali o provinciali, ma se si tratta di comunali io passo per essere quello che si mette traverso…”

E Invece…
“E invece io voglio crescere, lo dico in dialetto: voje fa lu sindache… perchè Berlusconi mi ha battezzato e sono un combattente per la libertà, e mi devo battere per la libertà del mio paese, questa è la storia”.

Ma il partito ha scelto Mariano…
“Il fatto che Tancredi ha scelto per me è indifferente, perchè io non faccio capo a Tancredi, ma faccio capo a Berlusconi… e il partito non è unito, così vedrete che adesso mi faranno passare per quello che, con la sua impuntatura, riconsegna Isola alla sinistra… non è così, io sono un superforzista dal 1994, che ha sempre lavorato per il partito, nel 2001 sono stato il primo degli eletti e non mi hanno fatto fare l’assessore, poi mi hanno fatto entrare quando è stata allargata la giunta ed alla fine mi hanno ritirato la delega, il partito non ha mai cercato di scoprire perché mi avessero cacciato.., e quando finì la legislatura e Bucciarelli andò a sinistra, io ho dovuto ricostruire il partito sapendo che sarei andato a perdere… ma l’ho fatto per il partito, così come quando mi sono candidato alla Provincia…, perché quando servono i voti a loro ti pregano, ma se non servi non ti vogliono neanche ascoltare… e non hanno voluto le primarie… e per non dire altro…”.

Che altro?
“Io ancora aspetto una risposta dal mio partito, da Chiodi a tutta la sacra famiglia sul fatto che il Comune di Isola non è rientrato nel cratere del terremoto… solo mi hanno lasciato, non ho potuto parlare con nessuno… mi rispondano e mi dicano anche perché il partito non riesce a prendere una posizione sul direttore del Parco Nazionale che non è direttore… che stà a fa Diaconale?…”

 

Fonte: La Città

  • luca [n.a.]

    bravissimo!!!!!!

    Ti piace il commento?
  • alfredo

    E' VERO TU NON FAI CAPO A TANCREDI MA FAI CAPO AD ALFREDO DI VARANO CON CUI HAI COLLABORATO PER 5 ANNI E LA CUI COLLABORAZIONE PROSEGUE VISTO CHE TI HA COMMISSIONATO LA LISTA.
    HAI RICEVUTO TANTO (PIANO REGOLATORE) HAI VOTATO CON LORO (DA ULTIMO IL CENTRO COMMERCIALE) E TANTO TI HANNO PROMESSO.
    ORA FAI IL GRANDE MA SEI PICCOLO PERCHE' TUTTI TI CONOSCONO; DICI VOLER FARE IL SINDACO PER ISOLA MA TI CANDIDI SOLO PERCHE' IL PARTITO NON TI HA DATO QUELLO CHE VOLEVI PER FARTI DA PARTE (INCARICO AL BIM FORSE O ALTRA CARICA RETRIBUITA BENE). CARO CERMANO POTREI PROSEGUIRE A VITA MA ISOLA TI CONOSCE E SPERO PROVVEDERA'.

    Ti piace il commento?
  • Stefano

    Dateci una mano a cambiare il comune : votate Tiziano Falconi

    lista di centro sinistra

    Ti piace il commento?
  • P.R.

    che tristezza

    Ti piace il commento?
  • capellone

    s ret pe nn piagn, davvero, che tristezza!!!ogni 5 anni un film già visto e rivisto…..AVASCT!!!

    Ti piace il commento?
  • d

    che vergogna….. "je voj fa lu sindache…"
    io faccio capo a berlusconi… e si vede..!!!!!

    Ti piace il commento?
  • d

    Concordo con ogni parola!!!!!!

    Ti piace il commento?
  • RossoAlice

    Salve,
    la penso diversamente da Germano su quasi tutto, però ammiro molto la sua schiettezza e parlar chiaro. Mentre altri ti accarezzano davanti e ti pugnalano alle spalle.

    Ti piace il commento?
  • MPA COORDINAMENTO DI

    Cervella ha ragione, anche a Montorio è stato azzerato un coordinamento ed il risultato è stato lo stesso: due liste! Il Senatore deve capire che in ogni paese il compito di dirigere il partito va ai coordinatori comunali e non a quelli provinciali che hanno il compito esclusivo di "benedire" ciò che si è deciso. Invece nel PDL teramano accadono cose sempre più strane come se si volesse per forza arrivare alle liste spaccate (ma questo solo in determinati comuni). Questo ci fa pensare che è come se si vivesse in uno "strano risiko" ove ogni schieramento possiede dei "territori intoccabili". Se ad Isola vincerà il centrosinistra la colpa non sarà sicuramente di Cervella nè di Mariano ma solo del PDL teramano. Abbiamo deciso di correre con Cervella perchè per noi rappresenta l'Identità, la coerenza e l'appartenenza e per noi è il candidato sindaco ideale.
    Ci teniamo a segnalare l'onestà e la solarità del candidato Giovanni Savini simbolo di una lista pulita e libera.

    Ti piace il commento?
  • ALFREDO

    Commento rimosso dall'amministratore

    Ti piace il commento?
  • d

    alfredo sono sempre più d'accordo con te!!!! Cervella e Berlusconi sono fatti della stessa pasta, così come savini anche se sta a "sinistra" ma che sinistra fasulla è???? fa tutto più schifo c'è bisogno di gente veramente onesta….e al momento solo Mariano può essere definito tale!!!

    Ti piace il commento?
  • ang

    Attenzione..a breve sarà edito(si spera,cosi' mi hanno detto!) da altra associazione,un giornalino …interessante..
    cmq l'idea avuta dall'associazione le Tre Porte di editare un giornale isolano(come a suo tempo fece ''il centro'' ,mutatis mutandis)
    e quindi di interesse localistico ma proprio per questo notevole,ammetto è stata ottima

    non avendo proseguito,la proseguiranno altri,magari per un pò e poi ci saranno altri ancora..

    Quello che un pò mi delude è che sebbene ci sia un evidente bisogno di informazione e coinvolgimento non c'è nè un 'foro'(nel senso etimologico di agorà) nè un forum(nel senso asuspicato da Gianluca) che possa soddisfarlo adeguatamente ed in maniera permamente anche lontano dalle elezioni …

    Infatti sotto elezioni si risveglia periodicamente il confronto e lo scontro delle fazioni a parole (anche se nessuno si azzarda a parlare di programmi per evitare di smentirsi clamorosamente nei successivi 4 anni tranne per l'ovovia che riciccia ogni 4anni imperitura e sempre uguale a se stessa,da destra e da sinistra) ..mentre nei successivi 4anni quando invece si opera nei fatti e si apre il vaso di Pandora degli interessi sottostanti alla politica,tutto è sopito e poco trasparente..poi però ci ritroviamo con indagati e condannati in primo grado(innocenti ,ci tengo a precisarlo, fino al terzo grado!) http://www.ekuo.it/index.php?option=com_content&a

    Un giornale che sta sempre sul fatto può essere anche molto scomodo…ma anche un deterrente..
    quindi è importante che qualcuno se ne faccia carico..proprio come controllore politico e preventivo ,non si può delegare tutto alle denunce ed alla magistratura coi tempi che ha e con le prescrizioni sempre più brevi..(l'intersezione tra i tempi della magistratura e i tempi della prescrizione danno un insieme vuoto,perdonatemi la deformazione professionale!)

    Ricordare ad esempio a costoro che la politica dovrebbe essere una casa di vetro e ricordo come qualcuno eletto qualche anno fa disse che avrebbe promosso la trasparenza degli atti informando periodicamente i cittadini di quanto accadeva ,delle delibere,degli stanziamenti etc…poi però si è perso per strada..

    certo facendolo senza scopo di lucro ci vuole tempo ed impegno ma ove ben fatto potrebbe costituire un baluardo alla deriva ed evitare di marcare anco di più il solco tra politici (ed interessi!)e cittadini cercando di ricomporne lo iato

    su tutto quello che si sente quanto la gente vorrebbe poter dire la sua?
    Penso all'abbattimento della palestra della scuola elementare dove pare al suo posto sarà costruita una palazzina con annesso parcheggio..invece di ricostruire una adeguata palestra tanto i bambini,li possono mandare a fare ginnastica sulla palestra della scuole medie…e sicuramente lo fanno con massimo delle buone intenzioni,lo fanno per gli altri,per i bambini..non per loro stessi…
    cosi' come i benefattori/progettisti con parcelle da sogno (basta consultare l'albo pretorio del sito di Isola per impallidire nel vedere quanti soldi ha il comune e quanti pochi ne ha per la gente!)….
    ecco rovistate qui http://albopretorio.comune.isola.te.it:8090/

    Ti piace il commento?
  • per alfredo

    Caro Alfredo, non è vero quello che tu dici. La lista Progetti per il futuro di Montorio era una lista commissionata dalla sinistra e forse anche da qualche "azzurro teramano". Non per nulla in essa figuravano imprenditori con contratti di lavoro col comune (strano), promotori dell'autodromo, ex consiglieri e parenti conniventi ed un sindaco dichiarato PD. Cervella è un po' come Patella, cioè una persona scomada che vogliono eliminare politicamente perchè lui l'opposizione l'ha sempre fatta. Il resto sono chiacchiere. La verità è che si cerca di fare vincere qualcuno che non è dello stesso movimento per ragioni ignote ma deducibili e Cervella si sta opponendo a questa storia già scritta. Sappi che molti candidati di Cervella che si sono prodigati affinchè si esponesse democraticamente sono stati diciamo così eufemisticamente "redarguiti" dai capoccioni teramani. Ora allora bisogna capire perchè Cervella è così scomodo ma la verità è che ci sono molte persone
    nei diversi comuni che sono stufi di non poter dire la propria perchè arrivano i "signori della politica" ad imporre candidati sindaci e da oggi in poi si aiuteranno sempre e comunque per cambiare le cose. Questo gruppo è presente in ogni comune per cui lotterà in ogni dove per difendere i diritti di chi ha sempre lavorato in politica e si deve vedere escluso perchè è tutto già deciso. APRITE GLI OCCHI ISOLANI!

    Ti piace il commento?