1. Cosa succede il 14 ottobre 2007?Inizia la costituzione del Partito Democratico. In circa
    10.000 seggi sparsi su tutto il territorio italiano, si voterà per eleggere il
    Segretario politico nazionale, i 2.400 componenti dell’Assemblea Costituente
    nazionale, i Segretari politici regionali e i 4.800 componenti delle Assemblee
    Costituenti regionali. I componenti da eleggere saranno ripartiti fra i 475
    collegi utilizzati per la quota maggioritaria della Camera dei Deputati nelle
    elezioni tra il 1994 e il 2001. La ripartizione avverrà in proporzione alla
    popolazione attualmente residente ed ai voti conseguiti dall’Ulivo alle
    elezioni Camera 2006, con un minimo per collegio di tre seggi nazionali e sei
    regionali. Ai collegi ove la partecipazione supererà il 20% dei voti ottenuti
    dall’Ulivo nel 2006, sarà attribuito un seggio aggiuntivo. Gli italiani
    all’estero voteranno, con modalità che saranno stabilite in un Regolamento
    apposito, per eleggere ulteriori 60 componenti dell’Assemblea nazionale.
  2. Quando e come il Partito Democratico si costituirà a livello nazionale?
    Il 27 ottobre, convocata e presieduta da Romano Prodi, si riunirà per la
    prima volta l’Assemblea nazionale nella composizione eletta il 14 ottobre.
    Se il 14 ottobre un candidato a Segretario avrà ottenuto la maggioranza
    assoluta dei componenti dell’Assemblea Costituente nazionale, Romano Prodi lo
    proclamerà Segretario nazionale. Diversamente, indirà in quella stessa seduta
    un ballottaggio a scrutinio segreto tra i due candidati più votati e proclamerà
    Segretario nazionale il candidato che avrà ricevuto il maggior numero di voti
    validi da parte dell’Assemblea stessa.
    L’Assemblea approverà quindi il Manifesto e lo Statuto nazionale del Partito
    Democratico.
  3. Quando e come il Partito Democratico si articolerà sul territorio?
    La prima seduta delle Assemblee Costituenti regionali è convocata da Romano
    Prodi entro 30 giorni dallo svolgimento delle elezioni ed è presieduta dal
    Presidente del Collegio regionale dei garanti. Come primo adempimento, le
    Assemblee regionali eleggeranno, a scrutinio segreto, il proprio Presidente.
    Qualora il 14 ottobre un candidato a Segretario avrà ottenuto la maggioranza
    assoluta dei componenti dell’Assemblea regionale, il Presidente lo proclamerà
    Segretario regionale. Diversamente, indirà in quella stessa seduta un
    ballottaggio a scrutinio segreto tra i due candidati più votati e proclamerà
    Segretario regionale il candidato che avrà ricevuto il maggior numero di voti
    validi da parte dell’Assemblea stessa.
    Nel rispetto dei princîpi stabiliti dallo Statuto nazionale, le Assemblee
    regionali approveranno quindi i rispettivi Statuti regionali.
    Le elezioni degli altri organismi, provinciali e comunali, si terranno entro
    il 31 dicembre 2007, nel rispetto dei principi stabiliti negli Statuti
    regionali.
  4. Chi potrà votare il 14 ottobre?
    Tutti coloro che abbiano compiuto 16 anni alla data del 14 ottobre 2007 e
    che siano:

    •  cittadini italiani;
    • cittadini dell’Unione Europea residenti in Italia;
    • cittadini di altri paesi purché in possesso di regolare carta o permesso
      di soggiorno o documento equiparato (es: ricevuta rilasciata dagli Uffici
      postali attestante la regolare presentazione della richiesta di permesso o di
      suo rinnovo).
  5. Come fare per votare?
    Occorre presentarsi al seggio territoriale di competenza fra le ore 7 e le
    ore 20 di domenica 14 ottobre con la carta di identità o documento equipollente
    e con la tessera elettorale (non è richiesta ai minorenni ed ai cittadini
    stranieri), dichiarare di voler partecipare alla costituzione del Partito
    Democratico, versare almeno 1 euro. Gli
    studenti universitari e i lavoratori fuori sede potranno votare nella città
    dove studiano o lavorano.
    Agli elettori saranno consegnate due schede: una per l’elezione nazionale e
    una per quella regionale. Ogni scheda presenterà tanti riquadri quanti saranno
    le liste presentate nel collegio. Ogni riquadro conterrà nell’ordine: l nome o
    logo della lista, il nome del candidato Segretario nazionale o regionale
    sostenuto dalla lista, i nomi dei rispettivi  candidati all’Assemblea
    Costituente nazionale o regionale.
    Il voto si esprime apponendo un unico segno in un qualsiasi punto di uno dei
    riquadri.
    La dislocazione territoriale dei seggi sarà adeguatamente pubblicizzata.
  6. Come si presentano le candidature a Segretario nazionale o regionale?
    Entro il 30 luglio 2007 si dovranno presentare, all’Ufficio tecnico
    amministrativo nazionale, le candidature alla carica di Segretario nazionale,
    corredate dalla dichiarazione di intenti, da un numero di firme compreso tra
    2mila e 3mila,   di cui almeno cento raccolte in ognuna di cinque
    diverse regioni.
    Successivamente alla presentazione delle liste, saranno considerate valide
    le candidature sostenute da liste presentate in almeno 25 diversi collegi e in
    almeno 5 differenti regioni.
    Entro il 12 settembre 2007 dovranno essere presentate agli Uffici tecnico
    amministrativi regionali, le candidature alla carica di Segretario regionale
    (provinciale per Bolzano e Trento), corredate dalla dichiarazione d’intenti e
    da un numero di firme compreso tra 500 e 750 per le regioni fino a un milione
    di abitanti, e tra 1000 e 1500 per quelle con popolazione superiore.
    Le firme dei sottoscrittori debbono essere autenticate da un consigliere
    comunale, provinciale o circoscrizionale.
    Tutti coloro che hanno diritto al voto possono a loro volta candidarsi. Non
    saranno ammesse le candidature di persone appartenenti a forze politiche non
    riconducibili al progetto dell’Ulivo-Partito Democratico, né di chi si trovi in
    una delle situazioni previste dal codice di autoregolamentazione approvato
    dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sulla criminalità organizzata.
  7. Come si presentano le candidature per le Assemblee Costituenti,
    nazionale e regionali?

    Le liste per eleggere i componenti dell’Assemblea Costituente nazionale
    assegnati ai vari collegi dovranno essere presentate tra il 21 e il 22
    settembre all’Ufficio tecnico-amministrativo regionale competente per
    territorio, indicando il nome o lo slogan della lista, il nome del candidato Segretario
    nazionale sostenuto dalla lista, i nomi dei candidati all’Assemblea nazionale.
    Le liste nazionali dovranno essere sottoscritte da un minimo di 100 ad un massimo di 150
    elettori residenti nel collegio di presentazione.
    Le liste per eleggere i componenti delle Assemblee Costituenti regionali
    (provinciali per Bolzano e Trento) assegnati al collegio dovranno essere
    presentate all’Ufficio tecnico-amministrativo regionale competente per
    territorio (provinciale per Bolzano e Trento) tra il 21 e 22 settembre 2007,
    indicando il nome o lo slogan della lista, il nome del candidato Segretario
    regionale sostenuto dalla lista, i nomi dei candidati all’Assemblea regionale.
    Le liste regionali dovranno essere sottoscritte da un minimo di 100 ad un massimo di 150
    elettori residenti nel collegio di presentazione.
    Nessuno può candidarsi in più di un collegio.
    Nessuno può sottoscrivere più di una lista.
    Le firme dei sottoscrittori debbono essere autenticate da un consigliere
    comunale, provinciale o circoscrizionale.
    Le liste devono comprendere un numero di candidati non superiore ai delegati
    da eleggere nei rispettivi collegi e non inferiore ai due terzi.

    L’ordine dei candidati di ogni lista dovrà rispettare l’alternanza di
    genere, a pena di inammissibilità. Se una stessa lista si presenta in più
    collegi della stessa circoscrizione elettorale, i candidati capilista dovranno
    rispettare l’alternanza di genere.
    Il regolamento-quadro, riportato sul sito dell’Ulivo, stabilisce le
    dichiarazioni da allegare alla presentazione delle liste dei candidati.

  8. Quanti componenti delle Assemblee Costituenti si eleggeranno in ogni
    collegio elettorale?

    La ripartizione fra i 475 collegi elettorali dei 2.400 delegati da eleggere
    per l’Assemblea Costituente nazionale e dei 4.800 delegati per le Assemblee
    Costituenti regionali (provinciali per Bolzano e Trento) è riportata sul sito
    dell’Ulivo (www.ulivo.it) alla voce: 
    “Seggi Collegi per Circoscrizione”.

  9. Quali candidati saranno eletti alle Assemblee Costituenti in ogni
    collegio elettorale?

    Sulla base dei voti ricevuti dalle singole liste si assegneranno anzitutto,
    collegio per collegio, i seggi “pieni” calcolati in proporzione al numero dei
    voti validi ricevuti diviso il numero dei delegati spettante al collegio più 2.
    I voti non utilizzati per l’attribuzione dei seggi così assegnati (resti)
    confluiranno nel collegio unico circoscrizionale.
    Le liste o i gruppi collegati di liste che a livello circoscrizionale
    avranno ottenuto almeno il 5 per cento dei voti parteciperanno alla
    ripartizione dei seggi non assegnati.

  10. Come fare per saperne di più?
    Consultare il sito dell’Ulivo (www.ulivo.it),
    ove sono riportati tutti i documenti e le iniziative per il 14 ottobre nonché
    indirizzi, recapiti telefonici, fax ed e-mail di tutti i Comitati ed i collegi
    costituiti a tale scopo.